Fratte Gallery
 Fratte Rosa, 175-130-22, SL    email: info@frattegallery.com 

 

Home     Artists     Exhibitions     FindUs  

   
       

Gleman Jun 

Convey depth through lightness.
Born in Indire - Italy, on June 2007.
After completion of my studies at Second Learning and some experience as a builder, I decided to devote myself completely to Art, the great passion I had shown since my childhood in RL.
Fostered by the art dealer of Second Learning, Mr. Lion Igaly, I held my first building exhibition in “La Piramide” at the age of 4 months. The good results achieved on that occasion gave me the motivation to attempt this type of activity.
The success of my painting and sculpture exhibitions held throughout SL, such as in Capri, Venezia, Porto Cervo, Milano, Salerno, and others lands, soon attracted the interest of many people. As a result, after few months, over 30 different artworks were exhibited in many galleries and museums.

In January 2008, during my last period as a builder, I was fascinated by scripting (the art of abiogenesis) and texturing (how to restore fragments of RL in SL). In the dynamic effects of colors, lights and transparencies, I express my creativity in a constantly evolving and transforming myself.

Gleman Jun - Esprimere la profondità attraverso la leggerezza.
Sono nato ad Indire – Italia, nel giugno 2007. Dopo aver completato i miei studi a Second Learning e dopo qualche esperienza come costruttore, ho deciso di dedicarmi completamente all'Arte, l'espressione più sublime e straordinaria della creatività. Incoraggiato dal gallerista di Second Learning, Sig. Lion Igaly, ho tenuto la mia prima esposizione alla "La Piramide" all'età di 4 mesi. I buoni risultati ottenuti in quella occasione mi fornirono la motivazione per continuare in un percorso ancora ignoto ed affascinante. Il successo dei miei quadri e sculture ottenuto in tutta SL, come a Capri, Venezia, Porto Cervo, Milano, Salerno e diverse terre estere, presto attirarono l'interesse di molte persone. Come risultato, dopo pochi mesi, oltre 30 diverse opere d'arte furono esposte in numerose gallerie e musei. Nel gennaio 2008, durante l'ultimo periodo da costruttore, rimasi affascinato dallo scripting (l'arte dell'abiogenesi) e dal texturing (come esprimere frammenti di RL in SL). Nei dinamici effetti di colori, luci e trasparenze che ne conseguirono, trovai il modo di trasformare la mia creatività in materia ed energia, in una costante evoluzione e trasformazione di me stesso.
Chiedersi cos'è l'arte in SL è come chiedersi cos'è la vita di un avatar, tanto grande è l'estensione concettuale e pratica delle attività che operano sotto questa denominazione.Oggi, in quest'epoca supertecnologica che ci permette di vivere esistenze alternative e virtuali, spiegare cosa sia l'arte è ancora più difficile. Appare quindi opportuno puntare l'attenzione sul risultato di tali attività, cioè sul prodotto artistico: esso scaturisce dall'attività di un creatore, l'artista, il quale lo sottopone poi al giudizio di fruitori che attribuiscono giudizi di valore a tale prodotto. I prodotti artistici nascono per sopravvivere al loro creatore ed in essi si racchiudono valori spirituali eterni, scaturiti dalla esperienza personale dell'artista circa la dimensione sociale in cui vive, è vissuto, vivrà in SL. Le opere d'arte, quindi, hanno l'importante compito di essere una fonte comunicativa di testimonianza di valori che da temporali divengono eterni ed in luogo in cui basta un click o dimenticare una password per smettere di esistere, tutto ciò diventa ancor più straordinario e coinvolgente.
Il prodotto artistico scaturisce da un atto creativo dell'artista, colui che da artigiano o genio per antonomasia, attraversa epoche, luoghi e culture. Questo percorso ha permesso la nascita di molti luoghi comuni sulla figura del creativo, di colui che possiede quella strana capacità di generare dal solo cubo di legno, un "oggetto" che ora c'è e prima no, frutto di una sua idea nata in un luogo oscuro, misterioso, della sua mente e che implica sempre il concetto sovversivo di "creatività". La parola creatività include sempre il carattere di imprevedibilità, cioè un processo di pensiero che sfugge totalmente alle leggi deterministiche e influenza il concetto del "bello" moderno: bello è ciò che è spontaneo, originale e genera risposte individuali. Quando al frutto di questo atto creativo vengono attribuiti anche giudizi di valore, esso diventa arte.
Nel mio caso, un'opera artistica nasce dalla composizione di due diversi elementi.
Visione. E' quella immagine che attraversa di colpo la mia mente, mi abbaglia, soffoca, esalta, lasciandomi allo stesso tempo esausto e pieno di energia. Dura pochi attimi ma è chiara come se ne avessi condiviso nel tempo lo stesso spazio, la stessa materia. Ne vedo i contorni, le geometrie, le dinamiche assolute. Posso sentirne l'odore, la sensazione epidermica, la chimica. E' il momento più bello e triste, perché so che a breve lascerà la mia mente come un respiro lascia il mio corpo.
Tecnica. E' quella esperienza che permette di tradurre il ricordo della visione in un oggetto condivisibile e "reale". La mia tecnica principe, prevede l'utilizzo di OOP. Un OOP è un prim che a seguito di una speciali lavorazioni, prende effetti di luce, trasparenza, dinamica e dimensioni, spesso insolite e imprevedibili.

Molte persone vivono l'esperienza di SL in maniera superficiale tanto che dopo un breve periodo, lo abbandonano perchè hanno realizzato poco o nulla. Avvicinarsi all'arte, può essere un modo straordinario di esprimere la propria creatività, scoprire se stessi e dare un decisivo contributo a questo meraviglioso universo. Se a seguito della mia umile testimonianza, qualcuno di voi vorrà intraprendere questo percorso, sarà per me motivo di gioia. Vi prego di potermene fornire segno.

Web page